Linee Guida TraCEs

È un momento di grande emozione quando la Commissione Europea nomina la prossima Capitale Europea della Cultura (ECoC), dal 2004 anche due in un doppio pacchetto, e apre così un palcoscenico all’interno del quale una città vive il suo profilo creativo-culturale per un anno e lo rende fruibile ad un vasto pubblico.

La magia dell’arte e della cultura non si limita alle mostre di architettura e di arte, ai grandi concerti e ai festival, ai fuochi d’artificio e alle illuminazioni. Soprattutto i tanti piccoli progetti e misure di accompagnamento, ai quali il paesaggio creativo e gli abitanti possono partecipare, sono – oltre ai compiti infrastrutturali – la base per una nuova prosperità con il loro carattere di rete e di strutturazione.

CONTENUTI

Capitolo 1
Qual è la ragione di TraCEs?
Capitolo 2
Storia e successo dell’idea e caratteristiche chiave del programma europeo Capitale europea della cultura (ECoC)
Capitolo 3
Imparare gli uni dagli altri nella famiglia ECoC e sviluppare strategie sostenibili.
Capitolo 4
“Turismo trasformativo” – il nuovo modo per mettere davvero in contatto i cittadini e Matera come prototipo di città che utilizza il turismo trasformativo nel suo programma ECoC.
Capitolo 5
Sfruttare le capacità delle industrie culturali e creative (CCI) e gli effetti di ricaduta creativa a vantaggio del turismo ECoC
Capitolo 6
La necessità di una collaborazione sinergica tra ECoC, ICC e turismo (trasformativo) per il bene della comprensione europea – ad eccezione delle differenze e dei beni comuni tra le specifiche ECoC
Capitolo 7
La necessità di utilizzare metodi e strategie adeguate per implementare i giganti del turismo trasformativo negli ECoC
Capitolo 8
Riassunto

Questo documento è stato realizzato dai partner del progetto TraCEs, finanziato dalla Commissione Europea.